Domani: AI Weiwei NEVER SORRY @ Comodo 64, Turin [15 novembre]

Domani: AI Weiwei NEVER SORRY


647
15
novembre
22:00 - 01:00

 Pagina di evento
Comodo 64
via bologna 92 A, 10152 Torino
Alla giovane Alison Klayman è andato l'onore di poter avvicinare uno dei personaggi più emblematici e discussi del mondo dell'arte contemporanea, Ai Weiwei. Simbolo del dissenso nei confronti del governo cinese, tanto da ricordare — persino nel look — l'epitome del dissenso anti-sovietico Solzenicyn, Ai Weiwei è sfuggito per anni — prima del misterioso arresto del 2011 — alle grinfie della polizia di Pechino in virtù della sua visibilità internazionale e dell'affermazione che si è conquistato grazie a mega-installazioni impresse nell'immaginario collettivo (lo stadio di Pechino, i 100 milioni di semi di girasole colorati esposti alla Tate Modern Gallery, simbolo del popolo cinese visto dall'Occidente). Armi che l'artista sa sfruttare fino in fondo, utilizzando Twitter e i media occidentali come veicolo per diffondere, attraverso telegrammi web di 140 caratteri o riprendendo i momenti di scontro con le autorità, lo stato delle cose all'ombra della Grande Muraglia.
La regista si avvicina molto timidamente all'opera dell'Ai Weiwei artista, sfiorandola appena, e se questo può apparire un limite e penalizza il lato visivo di un documentario che si sarebbe auspicato maggiormente visionario, non altrettanto si può affermare del lato politico della questione.
Grazie ad Ai Weiwei — Never Sorry l'artista riesce a veicolare il suo messaggio, aprendo gli occhi sulla tragedia del Sichuan o svelando nel dettaglio le tecniche adottate da Pechino per minare il suo dissenso. Sembra essere più Ai Weiwei ad utilizzare la macchina da presa della Klayman, come quando espone in favore di telecamera la parabola del gatto che sa aprire le porte, unico tra decine di altri, destinati a seguirlo ma senza l'intraprendenza di compiere il primo passo. Un documento semi-privato — deliziosi i duetti polemici tra Wei Wei e la madre — sicuramente improntato a una tesi, ma che si rende necessario per aprire gli occhi su quanto avviene nella nazione che si appresta a diventare la più potente al mondo. Intanto, al grido (sommesso) di «Never Retreat, Re-tweet», la battaglia di Ai Weiwei continua, al passo dettato dai media, per erodere i talloni d'argilla di un colosso liberticida.

ENTARTA CON TESSERA Comodo 64

WWW.COMODO64.IT
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ Comodo 64:

Oasis: Supersonic
Comodo 64
Kurt Cobain: Montage of Heck
Comodo 64

Eventi più atteso in Torino :

Ludovico Einaudi a Torino
Auditorium del Lingotto
Depeche Mode live a Torino // Global Spirit Tour
Pala Alpitour
Bunker Big Market 07
Bunker
Treno a vapore da Torino a Alba
da Torino a Alba
Ezio Bosso. Piano Lessons
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino
Biagio Antonacci a Torino
Pala Alpitour
Samuel / Hiroshima Mon Amour
Hiroshima Mon Amour
Torino Sotterranea 2 + Apericena Da Idoli !
CisalpinaTours Via Monfalcone 74 Torino
Concerto di Natale Gospel
Teatro Concordia Venaria Reale
Luca Mercalli per il ciclo "Scenari di futuro"
Circolo dei lettori
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!