Ezio Bosso. Piano Lessons @ OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino, Turin [2 dicembre]

Ezio Bosso. Piano Lessons


4397
02
dicembre
21:00 - 23:30

 Pagina di evento
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino
corso Castelfidardo 22, 10128 Torino
Piano Lessons è la proposta artistica di Officine Grandi Riparazioni dedicata al pianismo internazionale.
Il primo dei quattro Maestri che si esibirà sul palco della Sala Fucine è Ezio Bosso con Stradivari Festival Chamber Orchestra.

Direttore d’orchestra, compositore, pianista all’occorrenza come ama definirsi, Bosso ha ricominciato una più intensa attività concertistica solo dalla seconda metà del 2015. Un percorso in crescendo che nel 2016, dopo aver portato oltre 100.000 spettatori nei migliori teatri con il suo recital per solo pianoforte, considerata ormai la tournée di musica classica più importante della storia italiana, lo vede oggi reduce da una lunga serie di trionfi alla testa di alcune delle migliori orchestre italiane e internazionali nella riconquistata veste di direttore d’orchestra, dopo alcuni anni di forzata pausa.

In occasione del concerto del Maestro, la Sala Fucine delle OGR si trasformerà in un flessibile Total Theatre in grado di accogliere gli spettatori, in condizione di perfetta visibilità e ascolto, per portare l'esibizione oltre la dimensione del grande spettacolo conducendo lo spettatore verso un’esperienza più personale ed intima. La profonda condivisione tra pubblico e artista mira a riprodurre l'intensità di una lezione individuale di pianoforte.

02.12.17 Ezio Bosso
16.02.18 Brad Mehldau
09.03.18 Yann Tiersen
14.04.18 Michael Nyman

EZIO BOSSO
Ezio Bosso (Torino, 13 settembre 1971) è un pianista, compositore e direttore d'orchestra italiano. A 16 anni esordisce già come solista in Francia e incomincia a girare le orchestre di mezza Europa, ma è l'incontro con il maestro Ludwig Streicher che segna la svolta della sua carriera artistica, indirizzandolo a studiare Composizione e Direzione d'Orchestra all'Accademia di Vienna. Nel 2011 scopre di essere affetto da una malattia neuro-degenerativa progressiva, che non limita però la sua creatività. Ancora giovanissimo, negli anni '90 calca le migliori scene internazionali: Royal Festival Hall, Southbank Centre, Sydney Opera House, Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, Teatro Colón di Buenos Aires, Carnegie Hall, Teatro Regio di Torino, Houston Symphony, Auditorium Parco della Musica di Roma sono solo alcune delle più importanti stagioni concertistiche internazionali, nelle quali si è esibito sia come solista sia come direttore, o in formazioni da camera. Tiene corsi in Giappone e a Parigi, partecipando alla vita musicale della scena contemporanea di quegli anni con Gérard Caussé, Pierre Yves Artaud, Laura Chislett. Prolifico, innovativo e raffinato, il suo talento si è esercitato nei più disparati e complessi ambiti musicali, dalle composizioni classiche perle grandi orchestre sinfoniche, da camera o solistiche, alle colonne sonore per il cinema, fino al teatro, alla danza e alle sperimentazioni con i ritmi contemporanei. Ha diretto, tra le altre orchestre: London Symphony, London Strings, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Filarmonica '900 e Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Vincitore di importanti riconoscimenti, come il Green Room Award in Australia o il Syracuse NY Award in America, la sua musica viene richiesta nella danza dai più importanti coreografi, come Christopher Wheeldon, Edwaard Lliang o Rafael Bonchela, nel teatro da registi come James Thierrée, mentre nel cinema stringe un sodalizio con Gabriele Salvatores, per il quale firma le colonne sonore di Io non ho paura, Quo vadis, baby? e del recente Il ragazzo invisibile. Vive dividendosi tra Torino, Bologna e Londra, dove è stato direttore stabile e artistico dell'unica orchestra d'archi di grande numero inglese: The London Strings. Nel 2013, su suggerimento di Gidon Kremer, il famoso violoncellista Mario Brunello gli scrive chiedendo di incontrarlo. Da questa casualità sono nate una intensa collaborazione in duo pianoforte-violoncello e una profonda amicizia. Nel 2014 ha esordito con la sua Fantasia per Violino e Orchestra alla testa di London Symphony Orchestra, con Sergej Krylov al violino solista. Nel 2015 The Arts News Paper e Penelope Curtis (allora direttrice di Tate Britain) hanno definito il suo concerto alla Ikon Gallery, all'interno dell'opera 3 Drawing Rooms del suo amico fraterno David Tremlett, l'evento artistico dell'anno del Regno Unito. Nello stesso anno, a Ezio viene commissionata dall'Università Alma Mater di Bologna una composizione dedicata alla Magna Carta delle Università Europee, che contiene il primo inno ufficiale di questa importante istituzione mondiale. Nonostante l'immensa mole di opere scritte, composizioni e collaborazioni, il suo primo disco ufficiale da solista, intitolato The 12th Room, esce soltanto il 30 ottobre 2015, per EGEA Music.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino:

∑(No,12k,Lg,18Ogr) New Order + Liam Gillick: So It Goes
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino

Eventi più atteso in Torino :

Kappa FuturFestival 2018
Parco Dora Torino
Kappa Futurfestival 2018 - Parco Dora Torino - Techno Festival
Parco Dora Torino -
Vasco Non Stop Live 2018 / Torino
Stadio Olimpico
La Sagra del Pesce di Camogli
Linea Verde Viaggi by Bus Company
∑(No,12k,Lg,18Ogr) New Order + Liam Gillick: So It Goes
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino
Gelato Festival Torino
Torino Piazza Vittorio
COEZ live | Collegno (TO) - Flowers Festival
Flower Festival Collegno
FUORI – storie dal manicomio di Collegno 13 maggio
Lavanderia a Vapore
Alborosie / Flowers Festival
Flowers Festival
Lo Stato Sociale | Collegno (TO) - Flowers Festival
Flowers Festival
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!