Circoscrizione 8 Famiglie mettiamoci la faccia Circoscriz. Tour @ Biblioteca Civica Natalia Ginzburg, Torino [dal 14 su 16 maggio]

Circoscrizione 8 Famiglie mettiamoci la faccia Circoscriz. Tour


26
14 - 16
maggio
18:30 - 19:45

 Pagina di evento
Biblioteca Civica Natalia Ginzburg
Via Lombroso 16, 10125 Turin, Italy
Circoscrizione 8 sarà la prossima tappa di “Famiglie: mettiamoci la faccia! Circoscrizioni Tour”, il progetto artistico e sociale itinerante di Rosalba Castelli.

Lunedì 14 maggio dalle 18.30 alle 19.45, in Circoscrizione 8, presso la Biblioteca Civica Natalia Ginzburg, via Cesare Lombroso 16, Associazione ArteMixia inaugura la prossima tappa della mostra itinerante “Famiglie: mettiamoci la faccia! Circoscrizioni Tour”, il progetto artistico di Rosalba Castelli. La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile fino al 16 maggio dalle 14.00 alle 19.45.

Grazie alla collaborazione di Biblioteche Civiche Torinesi, CasArcobaleno, Sicurezza e Lavoro, A.GE.D.O. Torino, Eikòn associazione e PR Grafica Online la mostra c...he richiama l’attenzione sul tema della Famiglie considerate nelle varie possibilità e declinazioni, dopo il successo ottenuto lo scorso marzo in Piazza Castello in Regione Piemonte, ha iniziato il 19 aprile in Circoscrizione 1, proseguendo poi il 02 maggio in Circoscrizione 7, un tour senza sosta che la porterà in tutti i quartieri torinesi con il Patrocinio di Regione Piemonte, Città di Torino e di tutte le Circoscrizioni di Torino.

All’inaugurazione interverranno Paola Parmentola, Coordinatrice alla Cultura per Circoscrizione 8, Eleonora Asia De Angelis, socia fondatrice Associazione ArteMixia, Riccardo Zucaro, Vicepresidente di Arcigay "Ottavio Mai" Torino, membro del direttivo di Casa Arcobaleno, Angela Mazzoccoli di Agedo Torino e Rosalba Castelli, l’artista torinese ideatrice e autrice di questo lavoro artistico e sociale.

“La vicinanza è necessaria per due motivi”, dichiara Rosalba Castelli, “in primo luogo perché parliamo di persone, in secondo luogo perché parliamo di famiglie”. L’artista, inoltre, sostiene che la sua stessa scelta stilistica sia metafora di questa esigenza di vicinanza nei confronti delle famiglie da lei rappresentate: “Su quei tratti era mancato il tatto, per questo motivo ho realizzato i quadri con carta, gessetto e strati di carezze.”

Monica Cerutti, l’Assessora alle Pari Opportunità e Diritti Civili Regione Piemonte, presente alle precedenti inaugurazioni, considera il lavoro artistico di Castelli “un urlo di protesta contro chi vorrebbe discriminare alcune forme di amore”, e ricorda che “È fondamentale che esistano molti linguaggi che possano far riflettere. Regione Piemonte, oltre ad aver approvato la legge 5 del 2016 contro ogni forma di discriminazione, appoggia ogni forma di diffusione dei temi di pari opportunità.”

La mostra è stata infatti, come si ricordava, recentemente esposta in Area Mostre Regione Piemonte, dove in soli dieci giorni di esposizione, è stata visitata da più di 500 persone, arricchendosi di una nuova opera selezionata tra le fotografie scattate nel set allestito il giorno del finissage, per il contest fotografico “Famiglie”, allestito dai fotografi Simone Li Gregni e Tiziana Iannuzziello di Associazione eikòn. Tutte le famiglie che hanno posato in quel contesto sono state rappresentate nel collage creato da PR Grafica Online.

Il progetto di Rosalba Castelli consiste in una raccolta di 20 ritratti più 1 (quello della famiglia estratta dal contest) e altrettante fotografie e si propone di mostrare i volti di un campione rappresentativo di unioni che affermano il loro sentirsi “famiglia”. L’obiettivo è quello di mostrare la bellezza contro cui si scagliano le opportunistiche e offensive definizioni politico-giuridiche di nuova coniazione e sottolineare nella differenza, derivante dalla peculiarità di ogni legame e unione familiare, l’assenza di diversità.
L’artista ha chiesto a coppie di fatto e di conviventi, unioni omosessuali con o senza figli, famiglie allargate e mono-genitoriali, di posare, di “mettere la propria faccia” all’interno di una cornice che dichiara il loro essere “famiglia” e che si contrappone alla cornice “formazione sociale specifica” (definizione attribuita alle unioni omosessuali all’art. 1 comma 1 della legge 76/2016 sulle Unioni Civili) dentro la quale i soggetti indossano una maschera bianca, anonima e spersonalizzante.

“Ho impiegato 9 mesi per realizzare il progetto” racconta Rosalba Castelli e prosegue: “La mostra è stata esposta la prima volta a marzo 2017. Alla fine del tour, a settembre 2018, la mostra sarà stata esposta e allestita in 18 luoghi diversi, in 18 mesi. Nella fase del concepimento dell’idea iniziale, assorbita com’ero dal motivo che sta alla base e che ha sostenuto i miei sforzi, non avrei immaginato di impiegare lo stesso tempo di gestazione di una madre. Una volta partorito, questo progetto ha poi avuto bisogno di cure e attenzioni, come fosse realmente un bambino. Adattare questo lavoro ad ogni luogo in cui ho deciso di portarlo, richiede sempre un numero considerevole di ore, ma ciò è necessario, e non per vincere una sorta di Guinness dei Primati (18 esposizioni in 18 mesi) ma perché il cuore pulsante che dà vita a tutto questo impegno è il messaggio che sta alla base. E il messaggio richiede vicinanza alle persone, dialogo e cura.

A corollario dell’inaugurazione della mostra nei vari luoghi della città verranno organizzati performance, laboratori, momenti di incontro e dialogo come la performance di espressione corporea e musica dal vivo a cura di Henni Rissone e Jordan D'Uggento dal titolo Tavolozze Armoniche, che tocca il tema del percorso che conduce all’umanizzazione dell’individuo: dalle varie identità imposte dalla società alla libera espressione delle diverse personalità e sensibilità di ognuno.

Le prossime date del calendario del Famiglie: mettiamoci la faccia! Circoscrizioni Tour sono le seguenti:

14-16 maggio – Torino Circoscrizione 8 – Biblioteca Ginzburg – via Lombroso, 16
17-24 maggio – Torino Circoscrizione 5 – Centro Culturale Principessa Isabella – via Verolengo, 212
25-30 maggio– Torino Circoscrizione 3 – Sala del Consiglio – corso Racconigi, 94
31 maggio-8 giugno – Torino Circoscrizione 4 – Ecomuseo – via Medici, 28
09-16 giugno – Torino Circoscrizione 6 – Ecomuseo – via S. Gaetano da Thiene, 6

Circoscrizioni Tour: La Chiusura del Cerchio
Settembre – Torino Circoscrizione 2 – Mausoleo della Bela Rosin – str. Castello di Mirafiori, 148/7



Associazione Artemixia promuove l’arte in tutte le sue svariate forme, ispirandosi all’idea di cultura come fatto pubblico e collettivo, come un bene di carattere sociale, che concorre alla complessiva crescita civile di tutta la comunità. Il suo scopo è quello di sviluppare percorsi formativi e artistici differenti e innovativi, inventando uno spazio per poter “creare l’inedito”.

CasArcobaleno nasce come progetto nel 2012, su iniziativa del Comitato Territoriale Arcigay "Ottavio Mai" Torino, e inaugura i suoi spazi il 25 aprile 2015, in un quartiere fitto di contrasti e di dialoghi, di incontri e di necessità: Porta Palazzo. CasArcobaleno risponde ad alcune esigenze della città e della sua popolazione, è anche un luogo di incroci e contraddizioni, di sovrapposizioni e contaminazioni, di cittadinanza attiva e consapevole che fa vivere l'incontro e l'apertura con gruppi e associazioni LGBTQI e non.

Sicurezza e Lavoro, associazione nata a Torino nel 2010, promuove in tutta Italia la tutela dei diritti sul lavoro (pari opportunità, salute e sicurezza in particolare), formazione, occupazione e auto-imprenditoria, soprattutto dei giovani. Dal 2012 fa parte del Comitato Salute e Sicurezza della Prefettura di Torino. Promuovere i diritti e contrastare le discriminazioni sul lavoro per orientamento sessuale e identità di genere è da sempre uno degli obiettivi di Sicurezza e Lavoro, che dal 2017 è partner di Lovers, festival cinematografico internazionale Lgbtqi. Info: sicurezzaelavoro.org

A.GE.D.O. Torino è un’associazione di genitori, parenti e amici di uomini e donne omosessuali, bisessuali e transessuali che si impegnano per l’affermazione dei loro diritti civili e del diritto all’identità personale. L’attività dell’Associazione è rivolta, in primo luogo, nell’offrire supporto nel processo di piena accettazione dell’identità delle persone LGBT attraverso il dialogo con singoli genitori e incontri di mutuo aiuto con gruppi. L’associazione è altresì impegnata in azioni di cittadinanza attiva volta soprattutto ad una informazione corretta della condizione omo-transessuale finalizzata alla lotta contro le discriminazioni dirette e indirette, attraverso iniziative pubbliche, con particolare attenzione al mondo della scuola.

Rosalba Castelli si avvicina al mondo dell’arte figurativa spinta da un’urgenza espressiva e, successivamente, diventa allieva dei maestri Luigi Boccardi, Marco Longo e Carlo Giacone. Nella sua ricerca affronta tematiche intime per poi confrontarsi con la realtà che la circonda utilizzando il mezzo artistico, unitamente alle sue conoscenze etnografiche e sociologiche, per veicolare messaggi su diritti civili e minoranze, esprimendo la propria posizione civica. Autrice delle raccolte “Stati d’Anima” (2012-13), “Stanze” (2014) e “dalla donna alla Donna” (2016), nel 2017, con il progetto “Famiglie: mettiamoci la faccia!” l’artista sfida il pregiudizio e l’imprecisione del compromesso politico e giuridico e si pone tra la compensazione del gap formativo sociale e la resistenza culturale. Nel 2018 Rosalba porta alla luce il progetto “C(i)elate” che ripercorre il tema dell’amore tra due donne, collocando l’armonia dei corpi in scorci di cielo; spesso obbligate a nascondersi, nell’opera sono c(i)elate nello svelamento. Castelli propone altresì forme di interazione con l’osservatore, che vanno dall’allestimento di site-specifics nei quali il fruitore è invitato ad agire con l’opera, all’intervista semi-strutturata di tipo qualitativo, al connubio con performance, allo scopo di indagare il livello di riscontro da parte del pubblico del messaggio portato.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Torino :

Arriva il festival dei morti Turin
Turin, Italy
Terra Madre Salone del Gusto 2018 - Food For Change
Turin, Italy
Torino Tattoo Convention 2018
Torino Tattoo convention
Caparezza Prisoner 709 Tour Alassio
Porto Di Alassio
Eternal Sunshine of the Spotless Mind
Comala
Afrodream // Soundset Turin
Fluido
Tony Allen + Jeff Mills | Africa Now @OGR
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino
Ermal Meta - Non Abbiamo Armi - Live Alassio
Porto Di Alassio
Amadou&Mariam | Africa NOW @OGR
OGR - Officine Grandi Riparazioni Torino
Street Workout Torino "in notturna"
Basicgym Boutique
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!